“Se qualcosa può andare storto, lo farà.” [Legge di Murphy]"
“La sfida principale del project management è quella di raggiungere gli obiettivi del progetto restando all'interno del perimetro costituito dai vincoli determinati dal contesto del committente, solitamente il costo, il tempo e lo scopo (nel senso anche della qualità). La sfida secondaria - ma non meno ambiziosa - è quella di ottimizzare l'allocazione delle risorse e integrare gli input necessari a raggiungere gli obiettivi definiti. Queste sfide infine devono essere portate avanti risolvendo i problemi e mitigando i rischi che ciascun progetto, in misura diversa, troverà comunque lungo la sua strada (con un po' di ironia si potrebbe considerare il project management come la risposta scientifica alla Legge di Murphy).” [Wikipedia]
Molti pregiudizi e molti miti ingiustificati circondano l’operato del consulente specialista sia in ambito acustico che illuminotecnico.
.

Sebbene le scienze e le tecniche in questi ambiti siano datate agli albori dell'umanità e da oltre un secolo materie d'insegnamento a livello universitario in Italia, la loro applicazione nel comune processo di costruzione è iniziata (e con una certa pigrizia) solo alla fine del secolo scorso (a partire dalla Legge 447 del 1995). I corsi di formazione dei consulenti all’interno delle università hanno solo qualche anno di vita ed è quindi difficile trovare consulenti o engineering con un concreto background di esperienza.
La realtà è che l'operato di un tecnico acustico completa le competenze delle altre professionalità coinvolte nella costruzione, non importa se di un intero edificio o di un solo locale.
Per garantire la qualità del prodotto, il consulente acustico interagisce profondamente con chi progetta forme e dimensioni, con chi definisce le caratteristiche ed i componenti dell’involucro, con i progettisti degli impianti elettrici e termici, con progetta l'interior e ne sceglie materiali e finiture superficiali: è questa interazione a produrre il risultato più coerente ed aderente alle soluzioni condivise in fase di progetto.
Occorre chiarezza
E’ nella capacità di prevedere e controllare la diretta dipendenza del clima acustico dalle caratteristiche fisiche dell’involucro e delle sorgenti sonore in esso contenute l’essenza della tecnica acustica: dato un determinato clima sonoro come obbiettivo, il compito del consulente è proporre soluzioni per le forme, le dimensioni, le caratteristiche fisiche delle superfici, le caratteristiche delle sorgenti sonore che sono necessarie per raggiungere l’obbiettivo.
La scienza acustica insegna che, se forme, dimensioni e caratteristiche sono fissate a priori, i margini di operatività a posteriori sono ridotti e non sempre è possibile garantire il completo raggiungimento degli obiettivi desiderati.

Nel determinare forme, dimensioni e caratteristiche fisiche necessarie al desiderato clima acustico, le soluzioni sono molteplici, e la scelta fra esse esula dai compiti del consulente acustico per rientrare in quelli dell’architetto, dell’ingegnere strutturista e impiantista, o del consulente finanziario (alcune soluzioni possono essere più economiche di altre).
E’ quindi importante la formazione di un gruppo di progetto che comprenda da subito tutte le professionalità necessarie, e che il progetto sia sviluppato con il continuo confronto fra tutti i requisiti (compresi quelli acustici o illuminotecnici).
PROJECT MANAGEMENT
  • Hurricane Tour
    Submit button


  • cover listinolistino completo

SUPPORTO by ANT Area riservata registrati

Login Utenti - area riservata
Profilo utente 2
Condividi in facebook

HURRICANE TOUR

RICHIESTA TOUR
ON TOUR

LINK PARTNERS

SERVICES
Fernanda Services - CO
Ladies & Gentlemen - MI
Live Colours - PD
Jam Session - TN
SYSTEM INTEGRATORS
Microelettronica - MB
Novotek
- MI
STS Engineering - MI
VT Elettronica - SO
Genialproject - ME 
Fly Show - BL 

CONTATTA ANT

Audio Network Technology
G. Saragat, 4
Nova Milanese (MB) Italy 
Tel: +39 0362 571116
Fax: +39 0362 1787023
P.IVA 12779640155 

ANT WORKSHOP